Advergame

Advergame

 

L’advergame è una forma di comunicazione commerciale che diventa parte di un gioco elettronico interattivo, sviluppato appositamente per la promozione di un prodotto o di un brand. Viene diffuso generalmente attraverso il sito web dell’inserzionista o nelle sue pagine sui social network oppure è scaricabile come app per cellulari e altri dispositivi mobili.

Attraverso questa tipologia di comunicazione viene a crearsi una fidelizzazione con gli utenti che associano al brand il divertimento legato all’uso dell’advergame e i valori di cui questo si fa portatore. Tale rapporto fiduciario può però incrinarsi nel caso in cui il fine promozionale di un advergame sia poco chiaro o trasparente e gli utenti siano indotti a ritenere che si tratti di giochi interattivi sviluppati in modo indipendente e quindi non legati alla promozione di un prodotto o di un brand.

Tra le molteplici tipologie di advergame, le più diffuse sono:

  • gli advergame “associativi”, basati sull’associazione di un brand o del nome di un prodotto a un gioco interattivo all’interno del quale sia il brand che il prodotto non vengono  mostrati o non sono parte integrante del gioco;
  • gli advergame “illustrativi”, ovvero quelli in cui il brand o il prodotto diventano protagonisti principali del gioco (ad esempio, giochi in cui per superare i livelli bisogna trovare o “liberare” un prodotto, superando sfide o giochi in cui bisogna cercare di recuperare tutte le lettere che compongono il nome del brand);
  • gli advergame “dimostrativi”, ovvero quelli con il più elevato livello di integrazione, in cui l’interattività e il coinvolgimento tra giocatore e brand o prodotto sono totali (ad esempio, giochi in cui è possibile testare virtualmente il prodotto).

Ogni contenuto diffuso attraverso la Rete che abbia finalità di comunicazione commerciale è soggetto al C.A. e, in particolare, per quanto attiene all’advergame, va tenuto in debita attenzione l’art. 11 C.A.  relativo alla tutela dei bambini, che vieta, tra l’altro, contenuti che possano danneggiarli o abusare della loro naturale credulità o mancanza di esperienza. Altresì rilevante, se il gioco è legato ad una manifestazione a premio, l’art. 21 C.A. che impone all’inserzionista precisi obblighi informativi.

Lo scopo pubblicitario degli advergame, qualora non sia già chiaramente riconoscibile dal contesto, deve essere reso noto agli utenti con mezzi idonei (art. 7 C.A.).

Il C.A. non indica modalità obbligatorie per segnalare agli utenti il fine promozionale del contenuto espresso, tuttavia per rendere riconoscibile la natura promozionale degli advergame devono essere utilizzate specifiche diciture quali: “Promoted by/Promosso ovvero Sponsored/Sponsorizzato da (seguito dal brand e dal logo dell’Inserzionista), mostrati in modalità tali da essere immediatamente riconoscibili ai consumatori.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50