Il Comitato di Controllo ritiene che il messaggio relativo alle Zanzariere Genius veicoli una rappresentazione svilente della figura femminile che viene strumentalizzata al solo scopo di attirare l’attenzione del pubblico.

Ingiunzione n. 29/20 del 15/6/20
Nei confronti di Stiltende Genius Zanzariere srl; GEDI News Network SpA; A.Manzoni & C. SpA; Igp Decaux SpA
Mezzi Stampa, affissioni su autobus cittadini
Prodotto Zanzariere Genius
Messaggio Menù Estivo. Finalmente, con la fine dell’emergenza, ha riaperto il miglior ristorante della città: TU!
Articoli violati 10 – Convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “Menù Estivo. Finalmente, con la fine dell’emergenza, ha riaperto il miglior ristorante della città: TU!”, rilevato su La Nuova Ferrara il 26 maggio 2020 e per affissioni sugli autobus cittadini nella città di Parma nel mese di maggio 2020 ritiene lo stesso manifestamente contrario all’art. 10 – Convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il messaggio, volto a pubblicizzare diverse soluzioni di zanzariere, mostra una donna, in abbigliamento intimo di pizzo nero, mentre riposa. Sul corpo vengono evidenziate alcune parti anatomiche: “Petto”, “Pancetta” e “Coscia” e proprio su quest’ultima è posata una zanzara nell’atto di pungerla, mentre esclama “mmmmh”. La comunicazione è accompagnata dal claim “Menu Estivo. Finalmente, con la fine dell’emergenza, ha riaperto il miglior ristorante della città: TU!” e continua “Se ti sei “stufata” di fare da primo, secondo e contorno per zanzare…..”. Ad avviso del Comitato di Controllo è fuori di dubbio che siffatta comunicazione commerciale veicoli una rappresentazione svilente della persona, determinando il contrasto del messaggio con l’art. 10 del Codice. La figura femminile, infatti, nell’impatto complessivo della comunicazione, viene strumentalizzata al solo scopo di attirare l’attenzione del pubblico. L’eventuale intento ironico della comunicazione viene ampiamente trasceso dalla rappresentazione, che finisce col rendere il corpo femminile, di cui si evidenziano particolari anatomici, oggetto passivo esposto al pubblico, conducendo inevitabilmente alla mercificazione della persona.

 

 

Consulta tutte le decisioni iscrivendoti all’Archivio IAP

Torna all’elenco delle decisioni

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50