Per il Comitato di Controllo il post Instagram relativo al siero viso Neutrogena veicola, sotto la veste di un consiglio disinteressato, un contenuto eminentemente promozionale del prodotto e del brand indicato, che non risulta però sufficientemente esplicito e dunque immediatamente riconoscibile come tale dal pubblico.

Ingiunzione n. 47/19 del 30/8/2019
Nei confronti di Johnson&Johnson S.p.A.
Mezzi Social Network
Oggetto Storie Instagram per siero viso Neutrogena
Articoli violati 7 – Identificazione della comunicazione commerciale

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il post relativo a “Neutrogena Italia” diffuso attraverso l’account Instagram @XXXX il 29/8/19 ritiene lo stesso manifestamente contrario all’art. 7 – Identificazione della comunicazione commerciale del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il messaggio in questione riprende l’influencer in primo piano con in evidenza il siero ‘Hydroboos’ mentre il post recita: “In questo periodo di caldo afoso sto ricevendo molti prodotti per l’idratazione, da provare e testare. Quando ero più piccola ammetto che me ne fregavo abbastanza della skin care e di creme in generale. Col passare del tempo invece ho imparato a prendermi un po’ più cura della mia pelle e capirne l’importanza. Da circa una settimana ho ripreso ad usare la linea Hydroboost di @neutrogenaitalia, prodotti che già conoscevo e coi quali mi son sempre trovata molto bene, proprio perché specializzati nell’idratazione. In particolare sto amando questo nuovo siero in capsule, che vuole essere un po’ il protagonista della linea di quest’anno. È arricchito con acido ialuronico e quando lo metto mi rimane una bella idratazione per quasi un giorno intero! Quali sono i vostri prodotti preferiti per questo periodo di fine estate? Io a parte questo siero nello specifico, come prodotto in generale ho iniziato ad apprezzare tantissimo il tonico!”. Si tratta di una comunicazione che, sotto la veste di consiglio apparentemente disinteressato, non rende sufficientemente esplicito, e dunque immediatamente riconoscibile, il contenuto eminentemente promozionale. Il solo rimando alla pagina @neutrogenaitalia e gli hashtag utilizzati #BoostYourSkin e #ScopriCheÈPossibile non possono infatti essere considerati elementi idonei a rendere inequivocabile l’identificazione che simili contenuti sono frutto di un accordo di natura commerciale con l’inserzionista. Il Regolamento “Digital Chart”, espressamente richiamato nel Codice, indica infatti gli accorgimenti da adottare nelle forme di endorsement online, affinché risulti soddisfatto il requisito della riconoscibilità dei contenuti promozionali sancito dall’art. 7 del Codice. Com’è noto il principio della trasparenza nelle comunicazioni pubblicitarie intende assicurare la distinzione non solo formale, ma sostanziale tra contenuti promozionali e contenuti di altro genere, così da assicurare che la pubblicità si presenti e possa essere facilmente riconosciuta dal pubblico, senza dover richiedere alcuno sforzo interpretativo, come espressione di un punto di vista di parte e di un interesse dell’impresa i cui prodotti o servizi vengono illustrati o richiamati.

Consulta tutte le decisioni iscrivendoti all’Archivio IAP

Torna all’elenco delle decisioni

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50