Il Valore
dell'Autodisciplina

L’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria
da oltre 50 anni fissa i parametri
per una comunicazione commerciale
onesta, veritiera e corretta” a tutela
dei consumatori e della leale concorrenza
tra le imprese.
Lo fa con un CODICE DI AUTODISCIPLINA a cui aderiscono i principali operatori del settore

perché la diffusione di una buona comunicazione
è interesse di tutti: delle aziende che richiedono il
rispetto delle regole della concorrenza;
dei cittadini-consumatori che rifiutano messaggi
ingannevoli o offensivi; dei mezzi i quali auspicano
che i contenuti editoriali non vengano inquinati
da messaggi non graditi al pubblico.

CODICE DI AUTODISCIPLINA

I vantaggi
per la collettività

Il Codice è costantemente aggiornato per essere vicino alle reali esigenze del settore e sempre sintonizzato con l’evoluzione della società, mantenendo la flessibilità necessaria per cogliere rapidamente mutamenti e nuove istanze, come, ad esempio, quelle poste dalla comunicazione digitale e in particolare dall’influencer marketing. Lo IAP ha infatti varato la “Digital Chart” al fine di mappare le più diffuse forme di comunicazione commerciale digitale e per ciascuna di esse indicare le modalità per rendere trasparente la loro finalità commerciale. Si tratta del primo e finora unico testo di riferimento per il settore in Italia.
Il Codice di Autodisciplina è applicato da due organi indipendenti: il Comitato di Controllo, che agisce a tutela dei cittadini-consumatori e il Giurì, l’organo giudicante. Entrambi assicurano autonomia e imparzialità di giudizio in quanto costituiti da esperti qualificati esterni al mondo della comunicazione commerciale. La sanzione, in caso di accertata non conformità al Codice, è l’immediata cessazione del messaggio. Per garantire la massima trasparenza tutte le decisioni sono pubblicate sul sito www.iap.it
Il Codice di Autodisciplina utilizza formulazioni chiare e comprensibili applicate con procedure libere da formalismi, assicurando tempi rapidi di intervento (in genere i casi più complessi sono esaminati e risolti in 8-12 giorni lavorativi). Anche il singolo consumatore può segnalare gratuitamente un messaggio ritenuto improprio. Oltre il 90% delle decisioni riguarda la tutela del cittadino.
Direttive, documenti comunitari, leggi e sentenze dei giudici italiani riconoscono da tempo all’Autodisciplina pubblicitaria il ruolo e il valore di sistema di giustizia alternativo a quello statuale, in grado quindi di alleviarne compiti ed oneri, senza costi per lo Stato. Un’efficace e rappresentativa Autodisciplina scongiura inoltre il ricorso a norme legislative di dettaglio, talvolta ingiustificatamente penalizzanti.

I vantaggi
per gli associati

  • Far parte di un sistema virtuoso che opera per assicurare che la comunicazione commerciale si muova all’interno di canoni di correttezza e di responsabilità sociale.

  • Beneficiare di un controllo sulla correttezza della propria comunicazione e di una tutela della propria creatività.

  • Ottenere tariffe agevolate per tutti i servizi offerti dall’Istituto, dai pareri preventivi alla tutela dei progetti di comunicazione, dalle istanze al Giurì alla partecipazione ai corsi e alla consultazione del data base online.

  • Scambiare informazioni e relazioni con i sistemi autodisciplinari degli altri paesi europei ed extra-europei.

  • Mantenere alta la corporate reputation e far fronte comune con gli altri protagonisti dello scenario pubblicitario (aziende, agenzie, concessionarie mezzi, emittenti televisive) nel promuovere un approccio etico alla comunicazione.

GLI ENTI ASSOCIATI