Ingiunzione 77/2017

Ingiunzionen. 77/17 del 19/12/17
Nei confronti diPasquali Srl
MezziStampa;
ProdottoIntegratore alimentare
Articoli violati2, 23bis

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario relativo a ‘Dolenase trauma e dolore’ e ‘Dolenase lenitivo’, rilevato su Il Messaggero del 13 novembre 2017 ritiene lo stesso manifestamente contrario agli artt. 2 – Comunicazione Commerciale Ingannevole – e 23 – Prodotti cosmetici e per l’igiene personale – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. La struttura del messaggio, che promuove sia un prodotto cosmetico che un dispositivo medico, è suscettibile di creare ambiguità, inducendo in errore il pubblico dei destinatari sulle caratteristiche e gli effetti del primo, per il quale si vanta un’azione sulla “mobilità articolare”, che trascende quella riconoscibile a un prodotto cosmetico. Le immagini contribuiscono a veicolare un messaggio improprio, in quanto suscettibili di trasferire l’idea di un processo infiammatorio, doloroso: nella schiena, nel gomito e nel ginocchio, per il quale si suggerisce l’utilizzo del prodotto cosmetico che, in assenza di informazioni chiare sulle caratteristiche del prodotto, concorre ad una lettura in chiave ‘medicale’. Si ricorda che nel messaggio di un prodotto cosmetico deve essere ben chiara e comprensibile al consumatore la funzione svolta da quest’ultimo, funzione che deve far riferimento ai fini perseguiti con il suo impiego, ossia nel caso del prodotto in oggetto, la protezione e il mantenimento in buono stato. Nel messaggio, invece, viene indicata unicamente la funzione “lenitiva” che è palesemente collegata ai disturbi del processo infiammatorio e che quindi non trova alcuna giustificazione nell’area di un’eventuale protezione o mantenimento in buono stato attribuibile ad un cosmetico. Tutto ciò considerato, occorre peraltro sottolineare che l’ingannevolezza di un messaggio pubblicitario deve essere valutata non solo per il contenuto dello stesso, ma anche in considerazione del pubblico cui è destinato, costituito da persone particolarmente sensibili e per questo motivo portate ad una decodifica più allettante ed illusoria delle promesse del facile ottenimento di risultati particolarmente ambiti (quali quelli in campo salutistico) con la conseguente amplificazione dei profili di ingannevolezza.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50