Ingiunzione n. 82/16 del 10/11/2016
Nei confronti di Labo International S.r.l.
Mezzi Stampa
Prodotto Cosmetico
Articoli violati 2; 23

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “Lifting facciale, Lifting Palpebrale”, rilevato su Il Sole 24 Ore del 20 luglio 2016 ritiene lo stesso manifestamente contrario agli artt. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole e 23 – Prodotti cosmetici e per l’igiene personale del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Infatti, a seguito della richiesta ex artt. 32 e 6 del Comitato di Controllo, intesa a verificare la veridicità delle affermazioni contenute nel messaggio, la documentazione prodotta dall’inserzionista non è stata ritenuta sufficiente a supportare le promesse pubblicitarie. Il messaggio occupa per intero due pagine del quotidiano: in una vi è il volto di una donna in primo piano che viene massaggiato da quattro mani che indossano guanti da chirurgo; nella seconda il prodotto viene presentato come “trattamento dermo-cosmetico” “per il cedimento dei tratti del viso e la lassità cutanea”, parlando di “Lifting facciale primo terzo del viso, sottomento e collo” e “Lifting Palpebrale palpebre, sopracciglia e fronte”. La comunicazione risulta indubbiamente di forte impatto per il pubblico ed è volta ad attribuire al prodotto pubblicizzato effetti che tuttavia non risultano pienamente dimostrati da quanto fornito dall’inserzionista. Infatti, a dimostrazione dell’efficacia è stato prodotto unicamente uno studio preliminare, effettuato su 5 soggetti, in cui sono stati misurati i cedimenti cutanei del contorno viso, guance e collo. Nulla è stato prodotto in merito al “lifting palpebrale” (palpebre, sopracciglia  e fronte). Inoltre, il termine “lifting” risulta del tutto inappropriato visto la non significatività dell’unico studio prodotto.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50