Pronuncia 79/2015 – con sintesi

Pronuncian. 79/2015 del 10/11/2015
PartiKimberly Clark S.r.l. c. Fater S.p.A.
MezziTv, internet
ProdottoPannolini “Pampers Progressi
Messaggio“È l’unico con filtrante bucherellato a fori larghi …” – “… che assorbe la pupù liquida meglio degli altri pannolini”
PresidenteFerrari
RelatoreSarti
Dispositivo«Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la pubblicità contestata è in contrasto con l’art. 2 CA relativamente all’immagine che contrappone il pannolino ‘Pampers Progressi Nasce’ a un pannolino visivamente privo di fori. In questi limiti ne ordina la cessazione.»

 

Art. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole

Kimberly Clark s.r.l. (di seguito, Kimberly) ha chiesto l’intervento del Giurì nei confronti di Fater s.p.a. (di seguito, Fater) in relazione ad un telecomunicato relativo ai pannolini “Pampers Progressi”, ritenendolo in contrasto con gli artt. 2, 14 e 15 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Il messaggio rappresenta una madre con bambino in un contesto agreste favolistico, mentre la voce fuori campo recita: “Nel tenero mondo Pampers progressi c’è un amico speciale per ogni bimbo che nasce, c’è quando lo allatti e ha bisogno di protezione, e quando con un sorriso ti rivela tutto il suo amorel’amico speciale di ogni bimbo che nasce, Pampers progressi il pannolino più usato nei reparti maternità…l’unico con filtrante bucherellato a fori larghi, che assorbe la pupù liquida meglio degli altri pannolini”. Scorrono le immagini del prodotto pubblicizzato, prima isolato, poi confrontato con un altro pannolino privo di filtrante a fori larghi, che evidenzia la persistenza di feci sull’epidermide.

Ad avviso di Kimberly, il claim di unicità sarebbe ingannevole in quanto smentito dalla presenza sul mercato, ad esempio, del proprio prodotto “Huggies Bebè”, dotato delle medesime caratteristiche assorbenti, non essendo rilevanti i fori larghi del prodotto Fater. Inoltre un test comparativo effettuato nel centro ricerche Kimberly smentirebbe il claim di superiorità nella capacità assorbente del pannolino Fater, in quanto emergerebbe una sostanziale parità o addirittura performance superiori del prodotto Huggies.

Fater ha prodotto test in laboratorio che dimostrerebbero la correlazione tra l’utilizzo di un filtrante a fori larghi e la permeabilità del pannolino. La larghezza dei fori del filtrante, combinata con una struttura assorbente, agevolerebbe il transito delle feci liquide verso gli strati inferiori del pannolino, lontano dall’epidermide del neonato. Rispetto ai pannolini Huggies, quelli Pampers hanno il filtrante incollato allo strato sottostante per meno del 50% della sua superficie, onde favorire l’assorbimento. Il filtrante è staccato dal sottostante strato di acquisizione proprio nel punto in cui fisiologicamente c’è la maggiore necessità di assorbimento. I filtranti dei due pannolini hanno inoltre una composizione chimica diversa: le fibre dei pannolini Huggies sono idrofile, mentre quelle dei pannolini Pampers sono idrofobe e ciò significherebbe che i fluidi riescono a penetrare verso gli strati sottostanti, attraverso i fori larghi del filtrante, e le fibre impediscono che il liquido torni in superficie. Le promesse pubblicitarie sarebbero pertanto supportate in modo idoneo da test effettuati da istituti indipendenti e confermerebbero sia l’unicità che la superiorità dei pannolini Pampers.

Il Giurì ha ritenuto che l’indipendenza dei laboratori responsabili dei test prodotti da Fater sia incontestata, mentre i controtest prodotti da Kimberly sono stati effettuati a livello meramente interno e non danno garanzie di indipendenza. Il confronto dei prodotti concorrenti evidenzia innegabilmente secondo il Giurì una maggiore larghezza dei fori del filtrante del prodotto a marchio Pampers. I test di laboratorio hanno dimostrato che questa maggiore larghezza consente un filtraggio più rapido delle feci, intuibile peraltro anche per un profano, ed è pertanto secondo il Giurì difficile da contestare. Tuttavia il confronto side by side dei due pannolini contrappone il prodotto pubblicizzato ad un prodotto concorrente apparentemente privo di fori, e comunque privo dei fori delle dimensioni riscontrate nel prodotto di Kimberly, cui specificamente il confronto si riferisce, data la situazione sostanzialmente duopolistica del mercato. In questi termini, secondo il Giurì tale confronto contiene una rappresentazione ingannevole del prodotto concorrente e, in tali limiti, ha pertanto ritenuto la pubblicità in contrasto con l’art. 2 del Codice.

 

Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la pubblicità contestata è in contrasto con l’art. 2 CA relativamente all’immagine che contrappone il pannolino “Pampers Progressi Nasce” a un pannolino visivamente privo di fori. In questi limiti ne ordina la cessazione.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50