Depositare un’idea

Gli strumenti offerti dall’autodisciplina italiana per la tutela delle idee creative rappresentano un unicum nei sistemi di auto-regolamentazione e consentono la salvaguardia dei diritti, costituendo un efficace deterrente contro le scorrettezze in questo campo.

Per tutelare le proprie idee creative occorre depositarle presso l’Istituto.

Vi sono tre tipologie di deposito:

Si partecipa ad una gara o ad una consultazione?

Deposito progetti creativi (art. 43), Regolamento

Qualora ad una agenzia o a un professionista sia richiesto da un’impresa di presentare un progetto, questo può essere tutelato da indebite utilizzazioni o imitazioni mediante il deposito del relativo materiale (in plico sigillato) presso la segreteria IAP, che ne rilascia apposita certificazione.

In questo modo, gli aspetti creativi del progetto presentato all’azienda, ma da questa non adottato, sono tutelati per un periodo di 3 anni dalla data del deposito.

Il deposito quindi assicura al professionista o all’agenzia prova della titolarità dell’idea depositata nei confronti del mancato committente, che potrà essere fatta valere avanti al Giurì o eventualmente in altra sede.

Si ha un’idea creativa e la si vuole tutelare prima della diffusione?

Deposito a tutela di future campagne di comunicazione (art. 44), Regolamento

Per tutelare una campagna di comunicazione non ancora diffusa, occorre compilare il modulo pre-emption seguendo le indicazioni del Regolamento.

Il deposito assicura prova del diritto di priorità per un periodo di 18 mesi dalla data del deposito.

Si vuole proteggere in Italia una campagna svolta all’estero?

Deposito comunicazione commerciale svolta all’estero (art. 45), Regolamento

Le aziende che operano a livello internazionale, interessate a tutelare in Italia le campagne di comunicazione commerciale che hanno già diffuso all’estero, possono difendersi da eventuali imitazioni in Italia depositando gli esemplari di tali pubblicità, presso la segreteria IAP.

La protezione vale per 5 anni dalla data del deposito.

I depositi in vigore a tutela della creatività (artt. 44 e 45) sono consultabili nel sito.