Ingiunzione 54/2017

Ingiunzionen. 54/17 dell’11/7/2017
Nei confronti diGruppo Editoriale L’Espresso S.p.A.; A. Manzoni & C.
MezziInternet
ProdottoTrattamento estetico dimagrante
Articoli violati2, 4, 12bis, 24

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “Perdi 26 kg grazie a uno strano trucco del 1930”, relativo a ‘Catch me patch’, rilevato nella sezione del sito internet napoli.repubblica.it/cronaca/ il 30 giugno 2017 ritiene lo stesso manifestamente contrario agli artt. 2, 4, 12bis e 24 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il messaggio in forma di banner è volto a pubblicizzare il prodotto “Catch me patch”. Cliccando sul testo e l’immagine si viene indirizzati alla pagina “ATTENZIONE: Trattamento da Harvard triplica la velocità del metabolismo e fa dimagrire di 15 kg in 5 settimane – effetto confermato da 64.237 pazienti”. Il banner e la pagina a cui lo stesso conduce veicolano promesse esorbitanti, tali da indurre in errore il pubblico sui reali effetti del prodotto pubblicizzato e accreditandone un’efficacia inverosimile. Le promesse veicolate, quali ad esempio “scioglie il grasso dalla pancia, cosce e fianchi ad una velocità incredibile”, risultano di per sé scorrette e illusorie, prive dell’indicazione sulla necessaria adozione di un regime alimentare ipocalorico e di uno stile di vita coerente con l’obiettivo della perdita di peso, lasciando intendere che tali risultati siano facilmente conseguibili. Il messaggio prospetta unicamente la risoluzione rapida e assoluta di un problema che, proprio per i disagi di salute ed estetici che provoca, rende chi ne è afflitto particolarmente sensibile e vulnerabile. Espressioni come ad esempio: “Dimentica il dimagrimento tradizionale. Dimentica i sacrifici, l’assenza di risultati e la ferrea forza di volontà. Con questo nuovo metodo dimagrirai in modo rapido e semplice, contando solo sul tuo metabolismo”, “..puoi facilmente: · dimagrire di 15 kg in 5 settimane, · sbarazzarti di 5 cm sui fianchi, 7 cm sulle cosce, 4cm sui glutei e 15 cm sulla pancia, · dimagrire facendo affidamento sul tuo metabolismo – senza esercizi e digiuni, mangiando come sei abituato”, accreditano agli occhi dei destinatari il falso e illusorio convincimento che il prodotto reclamizzato possa realmente risolvere i problemi di peso senza sacrifici. Scorretta è inoltre la visualizzazione delle foto “prima – dopo”, che riportano la testimonianza di una utilizzatrice che ha perso diversi chili (26kg), nonché la quantificazione assoluta dei risultati ottenibili in un determinato periodo di tempo “dimagrire di 15 kg in 5 settimane”. Tali elementi sono impropri sia da un punto di vista per così dire tecnico, perché non tengono conto della inevitabile variabilità della risposta individuale al trattamento reclamizzato, sia da un punto di vista prettamente comunicazionale, in quanto suscettibili di rendere il messaggio eccessivamente enfatico e illusorio ed irrispettoso del canone di massima responsabilità che il Codice della Comunicazione Commerciale richiede nelle comunicazioni che coinvolgono problematiche relative alla salute e all’aspetto estetico.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50