Ingiunzione 31/2017

Ingiunzionen. 31/17 del 4/5/2017
Nei confronti diStussy Inc. 
MezziAffissione
ProdottoAbbigliamento
Articoli violati10, 11

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “Stussy. Do you know what time it is?”, rilevato su affissioni nella città di Milano nel mese di aprile 2016 ritiene lo stesso manifestamente contrario agli artt. 10 – Convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona – e 11 – Bambini e adolescenti – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il messaggio, diffuso su cartelloni, mostra un uomo dall’espressione aggressiva, la camicia slacciata e il corpo sudato, mentre, parlando ad un telefono cordless, cinge contemporaneamente delle gambe femminili, con calze velate e scarpe rosse con tacchi a spillo. La rappresentazione marcatamente provocatoria è, ad avviso del Comitato, tale da trascendere i limiti del semplice cattivo gusto ed è suscettibile di creare turbamento nel pubblico dei destinatari. Il messaggio, del tutto decontestualizzato, veicola un’immagine lesiva della dignità della donna, ridotta a porzione di corpo, senza identità, e oggetto passivo sottoposto ai desideri dell’uomo, in contrasto con quanto prescritto dall’art. 10 del Codice. La diffusione del messaggio tramite affissioni di grandi dimensioni, esposte ad un pubblico indifferenziato, amplifica tale violazione del Codice, essendo tale mezzo uno dei più invasivi in quanto la visione del messaggio viene imposta indistintamente a chiunque, non rispondendo ad una precisa scelta dei fruitori. In tal senso la comunicazione non risponde a quella cura particolare richiesta agli operatori nella predisposizione dei messaggi che possono essere recepiti da bambini ed adolescenti, come previsto dall’art. 11 del Codice. La comunicazione colpisce infatti anche quei minori non ancora pronti ad una corretta elaborazione critica del messaggio, rischiando di banalizzare la figura femminile il rapporto tra i sessi e, di conseguenza, favorire pericolose inclinazioni ad abbassare il senso critico sui valori fondamentali dell’individuo.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50