Ingiunzione 27/2017

Ingiunzionen. 27/17 del 13/4/2017
Nei confronti diItaliana Editrice S.p.A.
MezziInternet
ProdottoCorrettore ortopedico
Articoli violati2

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “N. 1 per l’alluce valgo. Elimina gli alluci valghi e i calli senza uscire di casa” relativo al prodotto ‘HalluPro’, rilevato sul sito la Stampa.it dell’11 aprile 2017 “raccomandati da eDintorni”- “Pubblicità 4W” ritiene lo stesso manifestamente contrario all’art. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Il messaggio in forma di banner, nella sezione “raccomandati da eDintorni”, è volto a pubblicizzare un correttore ortopedico specialistico chiamato ‘HalluPro’. Cliccando sul testo e l’immagine si viene indirizzati alla pagina “Giornale di Medicina. La tua salute – Potrai eliminare l’alluce valgo anche in 10 giorni? Questo nuovo metodo sorprende gli ortopedici” e a seguire, cliccando sul link per l’acquisto del prodotto si accede alla pagina “Ritrova piedi belli e curati. Puoi eliminare l’alluce valgo in 7 giorni!”. Le comunicazioni in questione ricorrono a termini ed espressioni tali da indurre in errore il pubblico sui reali effetti del prodotto stesso, accreditandone un’efficacia inverosimile. Le promesse veicolate, che prospettano il prodotto come una vera “rivoluzione”, un “trattamento innovativo” suscettibile di produrre effetti risolutivi (“eliminazione di queste patologie”, “eliminando le difformità delle dita”), risultano di per sé scorrette e illusorie, lasciando intendere che tali risultati siano facilmente conseguibili e in tempi brevi (“eliminando il ditone storto già dopo 10-12 giorni”). Anche le pagine a cui rimanda il banner in questione “Giornale di Medicina. La tua salute” non fanno altro che accentuare il carattere ingannevole e scorretto della comunicazione. Attraverso affermazioni esorbitanti al solo scopo di allettare il pubblico con facili promesse, si inducono gli utenti a ritenere che il solo utilizzo del prodotto pubblicizzato garantisca la risoluzione (“piedi sani e articolazioni efficienti senza interventi chirurgici costosi e rischiosi”) immediata  di una condizione che necessita invece terapie mirate. Si ricorda in conclusione che l’ingannevolezza del messaggio deve essere valutata non solamente con riguardo al suo contenuto, ma anche in considerazione del pubblico cui esso viene destinato, costituito da consumatori particolarmente sensibili nei confronti di annunci che promettono il sicuro e rapido ottenimento di risultati particolarmente ambiti, e per questo motivo portati ad una decodifica più allettante ed illusoria delle promesse pubblicitarie, con la conseguente amplificazione dei profili di decettività.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50