Ingiunzione 6/2017

Ingiunzionen. 6/17 del 1°/2/2017
Nei confronti diSanico Srl
MezziStampa
ProdottoIndumenti snellenti
Articoli violati2

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “Slimagrisci con noi!”, rilevato su Natural Style – data copertina ottobre 2016 ritiene lo stesso manifestamente contrario all’art. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, poiché quanto prodotto dall’inserzionista, in seguito alla richiesta del Comitato di Controllo, formulata in data 18 gennaio 2017 e intesa a verificare ai sensi degli artt. 6 e 32 CA l’asserita efficacia della linea di prodotti pubblicizzati, non è stato ritenuto idoneo a supportare le promesse pubblicitarie. Quanto inviato si riferisce ad uno studio molto risalente, del 1982, depositato presso un notaio, di cui non vengono forniti numerosi elementi, quali ad esempio il numero di soggetti sottoposti al test, i criteri di inclusione, età e omogeneità del campione e la durata dello studio. Inoltre nello studio si fa riferimento ai risultati ottenuti con una fascia elastica denominata “faja turbo” che non è chiaro, visto che non esplicitamente dichiarato dal laboratorio di analisi, se possano essere trasferiti tout court al prodotto raffigurato nel messaggio pubblicitario. Si tratta quindi di documentazione che allo stato non giustifica la precisa indicazione dei risultati ottenibili. Il messaggio inoltre sia con l’immagine (la silhouette di donna con il metro da sarta) che nel testo (“indumenti termo attivi snellenti…”; “…per perdere peso..”; “Slimagra funziona”) e per il nome stesso del prodotto (“Slimagra”) rende equivoca la promessa sui risultati ottenibili con l’uso del prodotto, che non può riferirsi alla perdita di peso, “snellente”, ma unicamente ad un’azione di miglioramento della compattezza e tonicità cutanea. Tutto ciò considerato, occorre infine sottolineare che l’ingannevolezza di un messaggio pubblicitario deve essere valutata non solo per il contenuto dello stesso, ma anche in considerazione del pubblico cui è destinato, costituito in questo caso da persone particolarmente sensibili ai temi dell’aspetto fisico e dell’estetica e per questo motivo portate ad una decodifica più allettante ed illusoria delle promesse del sicuro ottenimento di risultati particolarmente ambiti, con la conseguente amplificazione dei profili di ingannevolezza.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50