Ingiunzione 30/2015

Ingiunzionen. 30/15 dell’11/5/15
Nei confronti diKemeco S.r.l.
MezziTV, internet
ProdottoDetersivi per pavimenti
Articoli violati2, 12

Il Presidente del Comitato di Controllo visti i telecomunicati diffusi su La7 nel mese di aprile 2015 e le comunicazioni commerciali rilevate su www.casario.it e www.kemeco.it nel mese di marzo 2015, relativi ai prodotti “Rio Biologico” e “Rio Ecologico Amici Domestici” ritiene gli stessi manifestamente contrari agli artt. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – e 12 – Tutela dell’ambiente naturale – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. Le pagine del sito internet presentano i prodotti facendo essenzialmente leva sul loro essere “biologici” e sul fatto che siano in grado di eliminare germi, batteri e cattivi odori. Ad avviso del Comitato di Controllo, i vanti pubblicitari non sono tuttavia sufficientemente supportati dalla documentazione chiesta ed ottenuta in più riprese dall’inserzionista. In particolare, la promessa di “biologicità” attribuisce suggestivamente ai prodotti plus di natura ecologica, di rispetto dell’ambiente e della salute, ma non consente di comprendere chiaramente a quale aspetto dei prodotti tali benefici si riferiscano. Inoltre non sono stati forniti dati conclusivi, pertinenti e scientificamente verificabili a supporto di tale promessa, come richiesto dall’art. 12 del Codice. Infatti, come indicato nella relazione sulla sicurezza, il prodotto non contiene alcun ingrediente biologico e nessun ingrediente di origine naturale. Il vanto di ecologicità sarebbe, invece, da attribuire unicamente alla presenza di un componente, che in base alla sua particolare proprietà lavante, sarebbe in grado di ridurre la quantità di prodotto da utilizzare con conseguente riduzione dell’impatto ambientale in termini di sostanze immesse nelle acque. Tale spiegazione, tuttavia, è molto distante dal concetto di biologicità che invece fa riferimento alla inequivocabile presenza di sostanze provenienti da agricoltura biologica. Non trova concreto e definitivo riscontro neppure il vanto “elimina germi e batteri con agenti naturali attivi al 100% tutto il giorno”, in quanto dalla documentazione prodotta dall’inserzionista, ai sensi degli artt. 32 e 6 del Codice, emerge da un lato che i test inerenti l’attività battericida, dunque la capacità di eliminare germi e batteri, sono ancora in corso, non essendo quindi del tutto certo che gli effetti dei detergenti siano di tipo battericida o batteriostatico; dall’altro che i prodotti contengono microrganismi naturali e non geneticamente modificati, di cui non è dimostrata la loro totale efficacia; nulla viene inoltre riportato in merito alla durata e alla quantificazione dell’efficacia. Il prodotto “Rio Biologico Amici Domestici” viene impropriamente definito “anallergico”, non essendo invece del tutto certo che, data la presenza di sostanze chimiche e naturali e di conservanti, anche se non facenti parte della categoria degli allergeni riconosciuti, si possa in assoluto escludere qualsiasi reazione allergica ai prodotti. Su questo punto tuttavia l’inserzionista ha manifestato l’intenzione di correggere il claim con quello di “ipoallergenico”. Gli spot televisivi nel presentare i prodotti, riprendono ed evidenziano sostanzialmente i medesimi concetti, con esclusione del vanto “anallergico”. Espressioni quali “il detergente per pavimenti e superfici non tossico che elimina germi, batteri e tutti i cattivi odori”, “Pulito e sano? Logico, Rio Biologico”, “Finalmente nei supermercati il vero detergente biologico, molto più di ecologico”, “100% di forza pulente naturale” accreditano i prodotti pubblicizzati di proprietà ed effetti che non trovano riscontro in quanto inviato e pongono pertanto i messaggi in contrasto con le norme del Codice per i motivi già esposti.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50