Ingiunzione 21/2015

Ingiunzionen. 21/15 del 30/3/15
Nei confronti diCasinò di Lugano
MezziStampa
ProdottoCasinò
Articoli violati10

Il Presidente del Comitato di Controllo visto il messaggio pubblicitario “Il gioco cambia pelle”, relativo al Casinò di Lugano, rilevato su La Repubblica del 23 dicembre 2014 ritiene lo stesso manifestamente contrario all’art. 10 – Convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale. L’organo di controllo ha deliberato di procedere con provvedimento ingiuntivo non avendo ottenuto alcun riscontro, nonostante i solleciti, alla richiesta di riconsiderare la comunicazione in questione formulata in data 3 febbraio 2015. Il messaggio, volto a promuovere la struttura del Casinò di Lugano, mostra una giovane donna sdraiata su un tavolo da roulette, rivestita da un body painting raffigurante il tappeto verde, come se fosse il lenzuolo di un letto, mentre l’headline recita: “Il gioco cambia pelle”. Ad avviso dell’organo di controllo nel messaggio, il corpo femminile viene strumentalizzato al fine unico di richiamare l’attenzione del pubblico, trasferendo sulla donna e il suo corpo l’appetibilità di quanto pubblicizzato e la facile accessibilità all’una e all’altro, con una commistione di piani che conduce alla mercificazione della persona e al degrado della sua dignità. Tutto ciò in spregio a quanto espressamente previsto dall’art. 10 del Codice, secondo cui “la comunicazione commerciale deve rispettare la dignità della persona umana in tutte le sue forme ed espressioni e deve evitare ogni forma di discriminazione, compresa quella di genere”.

IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50