Ingiunzione 103/2013

Media Shopping spa/tcol]
Ingiunzionen. 103/2013 del 17/12/2013
Nei confronti di
Mezzitelevisione
Prodottocalzature sportive
Articoli violati2, 20
Il Presidente del Comitato di Controllo, vista la televendita “Mediashopping” relativa alle “Scarpe Fitness”, trasmessa sulle reti Mediaset nel mese di novembre 2013, ritiene la stessa manifestamente contraria agli artt. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – e 20 – Vendite speciali – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.
La televendita, volta a pubblicizzare una particolare tipologia di calzature da ginnastica, si concentra sulle gambe di giovani donne, mentre svolgono diverse attività quotidiane: dalla semplice passeggiata, alla corsa, alla pulizia della casa, ecc. Le diverse affermazioni che si susseguono ripetutamente nel corso della narrazione, tra cui “Vuoi tornare in forma e rimodellare il tuo corpo in poco tempo? Vuoi ridurre gli inestetismi della cellulite migliorando la circolazione sanguigna senza attrezzi ginnici e senza andare in palestra?”, “Finalmente potrai dire addio a faticosi esercizi e diete ferree grazie alle eccezionali scarpe fitness”, “Ora si può”, “Funzionano!”, “Tu non te ne accorgi, ma loro lavorano per te”, “La tua circolazione finalmente migliorerà”, “Sono veramente efficaci per alleviare il dolore alla schiena e alle ginocchia”, accreditano agli occhi dei destinatari il falso e illusorio convincimento che il prodotto reclamizzato possa realmente avere un effetto snellente senza sacrifici, e per certi versi anche un effetto terapeutico.
Scorretta è la visualizzazione della trasformazione “prima – dopo”, in alcune immagini in costume da bagno, sia da un punto di vista per così dire tecnico, perché non tiene conto della inevitabile variabilità della risposta individuale all’utilizzo del prodotto, sia da un punto di vista prettamente comunicazionale, in quanto suscettibile di rendere il messaggio eccessivamente enfatico e illusorio.
La struttura comunicazionale del messaggio è di forte impatto sul pubblico dei consumatori grazie ad una sapiente combinazione di immagini e parole. Tale comunicazione infatti attribuisce suggestivamente al prodotto pubblicizzato una specifica e inverosimile azione nel rendere i glutei e le gambe tonici, nel migliorare la circolazione sanguigna e nell’alleviare dolore a schiena e ginocchia. Il messaggio induce quindi erroneamente a ritenere che il solo utilizzo della scarpa pubblicizzata, nello svolgimento della normale attività quotidiana, sarebbe in grado di agire efficacemente sulla massa muscolare.
Peraltro, in relazione all’offerta promozionata: “Offerta imperdibile”, “visto il grande successo delle Scarpe Fitness, acquista due paia di scarpe fitness e risparmi ben 20 €”, si rileva un ulteriore profilo di contrasto del messaggio con le norme del Codice, che attiene alla mancata indicazione della data di scadenza della promozione, contravvenendo così al disposto dell’art. 20 del Codice. Tale norma impone l’obbligo formale di indicare la scadenza delle favorevoli occasioni di acquisto.
IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50