Ingiunzione 122/2012

Ingiunzionen. 122/2012 del 20/12/2012
Nei confronti diMilù srl
Mezziaffissioni
Prodottopelletteria
Articoli violati10
Il Presidente del Comitato di Controllo, visti i messaggi pubblicitari “Milù. Nuova Apertura. Sconti dal 30% al 40%”, diffusi tramite affissioni nella città di Palermo nel mese di dicembre 2012, ritiene gli stessi manifestamente contrari all’art. 10 – Convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.
I messaggi, volti a pubblicizzare la nuova apertura di un negozio di pelletteria, mostrano una giovane donna ripresa dal collo in giù, che indossa unicamente un foulard a fasciarle il seno e un paio di stivali. In un cartellone è sdraiata e tiene con la mano una borsa, nell’altro è seduta e tiene una borsa all’altezza del fianco, nascondendo le parti intime.
Ad avviso del Comitato è fuori di dubbio che la comunicazione commerciale veicoli una rappresentazione svilente della donna. Non esiste altro nesso tra l’immagine e ciò che il messaggio pubblicizza se non quello dell’utilizzo del corpo umano quale manichino, “espositore” per scarpe e altri oggetti di pelletteria, riducendo il corpo anonimo e spersonalizzato della donna a mero oggetto passivo. Da tale commistione di piani deriva la mercificazione della persona ed il degrado della sua dignità, che pone il messaggio in contrasto con l’art. 10 del Codice. Nulla giustifica la scelta comunicazionale in questione, essendo questa unicamente finalizzata ad attrarre l’attenzione del pubblico, a suscitarne disorientamento per imprimere nella mente il nome della ditta, strumentalizzandone di fatto la sensibilità.
IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50