Ingiunzione 133/2011

Ingiunzionen. 133/2011 del 2/11/2011
Nei confronti diDipros srl
Mezzisito Internet, confezioni
Prodottocrema antirughe
Articoli violati2, 23
Il Presidente del Comitato di Controllo, visti i messaggi “Meno occhiaie e borse 55% Più effetto lifting 85%”, rilevato sulle confezioni e “Gel neutro contorno occhi forte – Cancella occhiaie e borse”, rilevato sul sito http://www.planters.it/prodotto/151/perfect-eyes-night in data 27/10/2011, relativi al prodotto “Planter’s Perfect Eyes Night Forte”, ritiene gli stessi manifestamente contrari agli artt. 2 e 23 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, in quanto idonei ad indurre in errore il pubblico delle consumatrici circa gli effetti del prodotto reclamizzato.
Il fronte della confezione del cosmetico pubblicizzato, infatti, enfatizza a caratteri rilevanti le promesse “meno occhiaie e borse 55%*” e “Più effetto lifting 85%**”, lasciando intendere, contrariamente al vero, che tale prodotto consenta di ottenere i risultati promessi nelle misure percentuali indicate. Le promesse vengono riprese anche sul retro della confezione dove in fondo si precisa che tali indicazioni si riferiscono in realtà alle percentuali dei soggetti testati (30 donne per 30 giorni) che hanno ottenuto un qualche risultato con l’uso del cosmetico in questione. L’impostazione del messaggio risulta pertanto idonea a fuorviare i destinatari, favorendo un’erronea decodifica, volta ad attribuire al cosmetico in questione risultati in misura eccessivamente distanti da quelli realmente testati. Tale decodifica è inoltre rafforzata dal claim riportato sul retro della confezione “Cancella occhiaie e borse” (claim presente anche nella pagina del sito Internet dell’inserzionista dedicata al prodotto), che accredita in modo perentorio un risultato definitivo non corrispondente al vero e in ogni caso non attribuibile ad un prodotto cosmetico come quello che si pubblicizza, in quanto non tiene conto della inevitabile variabilità individuale cui i risultati sono sottoposti. Inopportuna appare in tal senso anche la rappresentazione “prima-dopo”, in quanto eccessivamente enfatica in relazione al risultato illustrato.
IAP è membro di EASA - European Advertising Standards Alliance e di ICAS - International Council on Ad Self-Regulation EASA_50